C’è sta tipa che dorme col mio coinquilino nella stanza di fianco.. Non l’ho portata io qui. Forse non si sono dati più di qualche bacetto questa notte, e in effetti mi chiedo… A me che cazzo me ne fotte..? E invece no. A me interessa saperlo. Studio sui rapporti sociali umani. Eh si, specifico umani per distinguerci dalle bestie che eravamo ieri sera. Bestie. Perse nell’alcool, persi per le strade, persi nella vita. Insomma questa tipa era persa con noi, senza alcool. Astemia. Non ho mai capito se è una malattia o una scelta. Bere è uno stile di vita dal mio punto di vista. Uno che non beve per me è di una cultura diversa dalla mia. Non ti capisco. Vabbè comunque non è la prima volta che sale con lui e mi chiedo.. Che cazzo pensi che si aspetti un ragazzo che ti porta a casa sua..? (Vuole leggere un libro insieme e commentarlo) Ma perché molte volte vi fate il problema del dopo? Non ha senso. Se qualcuno/a vuole ricercare qualcosa aldilà del nostro corpo, lo scopriremo poi… No? E invece no. Ci tenete a lamentarvi che quello/a volesse solo scopare. Ma parliamoci chiaro, non ha senso che tu non ceda alla tua attrazione sessuale perché ne ricerchi una più duratura. Il sesso infondo è duraturo.. Se lui si impegna. Vabbè comunque sto divagando. Forse hanno scopato, e io mi sto facendo le pippe mentali nella cucina (termine appropriato “pippe” per rappresentare la mia serata di ieri), fumando una sigaretta. E mentre prendevo la sedia dalla stanza di fianco, per sedermi di fronte alla finestra, mi sentivo come un pazzo suicida, pronto a buttarsi giu, o forse pronto ad impiccarsi. A volte preferirei buttare i vostri pensieri dalla finestra, liberarvi e vedere giù al palazzo i pezzi in frantumi dello scarico del vostro cesso mentale.

“Si signora so che non è capodanno! Scusate! Ma s’adda fa ogni tanto”. Infondo questa roba è andata. È già passato. Pippe mentali alla Dawson’s Creek. E al diavolo l’alcool.

Lascia un commento! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: