Niente. Mi sveglio e mi ritrovo che ho sognato mio figlio. Eh sì. Orologio biologico. Inizia a farsi sentire.

‘Ma hai solo 24 anni!’

Sì, vallo a dire a mio nonno.

‘Ma quelli erano altri tempi!’

In che senso, scusa?

‘Era finita la guerra! La gente si sposava e faceva figli prima! Oggi è diverso! Mica hai già quell’indipendenza economica per badare ad un bambino?’

Ed in parte, è vero. Ma parliamone. Quindi, questo mio desiderio, cos’è..? Un capriccio? (Voglio un figlio! Ah ah ah) No. Come ho detto prima, è un desiderio, un istinto. Ma se avessi la donna giusta al mio fianco e un posto fisso di lavoro (e un unicorno parcheggiato nel garage), potrei sicuramente averne uno. Ora.. Parlavo proprio di questo con il mio amico Marco. E alla fine, non ci crederete mai, ma anche lui ha 24 anni ed ha il mio stesso desiderio. Per sua fortuna, lui ha una persona al suo fianco e un posto fisso di lavoro (ma gli manca l’unicorno). La cosa assurda è che quando mi ha detto di volere un bambino, non sono stato così felice. Ah sì, non vi ho detto che Marco è gay. Quindi, quando mi ha comunicato questa decisione presa insieme al suo compagno, l’ho guardato e gli ho detto:

“Finiscila Marco, è solo un capriccio”.

Ora scatenatevi omofobi di sto cazzo..!

Lascia un commento! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: