– Senti ho detto una cazzata.

– Ah?

– Cancella. Cancella tutto quello che ho detto.

– Ma che stai dicendo?

– Ho sbagliato. Sbagliato di brutto. Oggi non va bene. Non è il giorno giusto…

– Per cosa?

– È un giorno triste per dirsi addio.

– E allora?

– Eh, non va bene. È troppo triste.

– Perché?

– No senti… Un po’ il meteo. La pioggia.

– Ma non sta piovendo…

– Si ma sicuro pioverà. So’ cambiate tutte le stagioni. Non si capisce più niente. Poi ci mettiamo pure io e te in mezzo a ‘sta cosa… Senti non è il caso.

– Ma sei impazzito?

– Ci conviene aspettare il sole… Po’ sta pure ‘sto fatto delle stelle.

– Ah?

– Eh, guardale. Non stanno messe bene.

– Ma che ne sai tu di astronomia?

– No, un cazzo. Ma sicuro non sono allineate. I pianeti. Che ne so… Aspettiamo che si allineino. E poi leviamo tutto da mezzo.

– Ma già avevamo tolto tutto da mezzo..!

– Eh lo so, ma te l’ho detto. Oggi non è un giorno buono… Davvero.

– …

– Ci riproviamo domani, dai. Domani ti prometto che lo faccio… Ti dico addio. Oggi non c’ho voglia.

– Ok. Ma voglio i fiori…

– Che fiore?

– Che ne so’ vedi tu..!

– Forse era meglio oggi…

– Ah?

– No. Dicevo domani può darsi che c’è il sole…

– Eh…

– Magari ci viene voglia di…

– No.

– Di uscire, uscire… Volevo dire uscire.

– Eh.

– E magari ti porto a guardare le stelle.

– Eh.

– Aspettiamo che si allineino.

– Che cazzate che dici.

– Non ho trovato scuse migliori… Devo averle finite.

– Ma vedi di procurartele se ricominciamo.

– Eh si. Mi serviranno… Tanto i pianeti non c’hanno fretta.

– Si.

– E noi stiamo qua.

– Eh.

– E va bene così.

 

Ci pensiamo domani.

Lascia un commento! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: