Ok.

Ciao vento.
Sei molto simpatico questa sera.
Va bene. Ho capito.
Fiu fiu.
Bravo, bravissimo.
Adesso va a caga** e fammi accendere questa caz** di sigaretta.

Ecco. Bravo.
Vai a soffiare sotto le minigonne.

“O sopra le candeline”

Chi caz** ha parlato!?

“Ciao, sono il Vento”

Oh porca putta**! Tu parli?

“Quando mi va di parlare…”

Ma come…?

“Fiuuuu fiuuuu”

Senti ok, mo stai lì buono che mi accendo una sigaretta.

“No”

E perché?

“Perché ti fa male”

Senti vento. Sei simpatico…

“Fiuuuuuuu”

Ma la smetti!?

“Ma poi muori”

Ma che ti frega a te…?

“Niente. Sono il Vento”

…ecco, va’ un po’ a caga**.

“Ok. Ciao.”

Perfetto. Finalmente…

*Buonaseeeera*

Ah?

*Buonaseeeera*

E tu mo chi caz** sei?

*Sono la pioooooggia*

Fermati! Fermati! Mi stai bagnando tutta la sigaretta!

*Scuuuuusaaaa, non voleeeevo”

Senti, ho appena beccato vento e sto cercando di accende…

*Oooooh! È passato ventooo?*

Eh, sì. Ma…

*E doooove è andaaatooo?*

Senti non lo so! Sto cercando di accendere ‘sta caz** di sigaretta!

*Ma noooo! Non deeeevi fumaaare!*

Si già me l’ha detto Vento…

*Uuuuh! È passaaato Veeeento? E dove è andaaatooo?*

Non lo so! NON – LO – SO!
Senti vai a caga** anche te?

+Hey ciao! Ciao-ciao!+

E questo chi è!?

*Ciaaaao Laaaampo!*

No ragazzi adesso basta!

/ciao/

*E tu chi seeeeei?*

/vengo dopo il lampo/

No. Ti preg…

/boooooooooom!/

Lasciami indovinare.

/boooooooooom!/

Tuono?

/BOOOOOOOOOM!/

*Uuuuuuuhhhhh*

+Ciao ciao! Ciao ciao!+

/BOOOOOOOOOOOOM!/

“FIUUUUUU FIUUUU”

Ragazzi?

“Si!? Fiuuu”
*Siiiiiiii?*
+Si-si? Si-si?+
/si? BOOOOOOOOOM!/

Ma oggi dovete proprio caca** il caz** a me?

Ragazzi?

Oh, mi rispondete!?

_

Nessuno rispose.

Rimasi ad osservare quella sigaretta bagnata, mai accesa, distrutta…
Finita sull’asfalto.

La pioggia scendeva.

Il vento soffiava.

La Luna non c’era
mentre il cielo tuonava.

E mentre incolpavo il mondo
per il malessere che nascondevo…

…mi accorsi che era giorno
e il cielo ormai sereno.

Non c’era tempesta, vento o sole.
Non c’era lampo, pioggia o dolore.

La notte era dentro me.
In quella tempesta.

E il male che era dentro…
Nella mia testa.

Ripresi a fumare con la voglia di riprendermi ciò che mi era stato negato.

Frugai nel petto.

Qualcosa ho trovato.

Lascia un commento! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: