Domenico è un ragazzo di 26 anni, laureato in economica (o una cosa del genere) che vive in un paesino sperduto nella provincia di Caserta.

Domenico finisce l’università e decide di frequentare un master a Napoli, con il quale ottiene un posto di lavoro con contratto a tempo determinato.

Fitta una casa, esce la mattina in giacca e cravatta, e si sbronza la sera con gli amici come un qualunque ragazzo di 26/27 anni.
Dopo un po’ di tempo… Il lavoro finisce.

Il contratto di collaborazione giunge al termine, e naturalmente l’azienda, non ha posizioni vacanti per integrarlo.

Domenico è disoccupato.

Nonostante questo. Se ne fotte.

Invia curriculum un po’ dappertutto, abbandona la casa a Napoli e con essa, tutte le amicizie che lo avevano accompagnato.

Ad un tratto… Arrivano le chiamate.

Da una parte, un contratto di lavoro per Milano, uno stipendio da 27 mila euro l’anno lordi

Dall’altro, un master con l’Enel (a Roma) retribuito 500 euro al mese, con la “possibilità” (e non la promessa) di essere integrato a fine progetto.

L’offerta di Milano era naturalmente la più allettante e sicura…

Ma Domenico sapeva cosa voleva fare nella vita, e all’Enel, gli proponevano proprio il lavoro per il quale aveva studiato.

Fottendosene di tutto Sceglie la strada più difficile.
Quella della volontà.

Decide di fare il Master con l’Enel e alla fine…
Dopo mesi di sacrifici…
Viene assunto.

(come finirebbe un qualsiasi film americano)

Domenico ha fatto la scelta più sbagliata di questi tempi.
E con questo…
Lo ha messo nel culo a tutto il mondo.

E pensando a questa incredibile storia, non posso far altro che dire…
Io da grande… Voglio essere come Domenico.

(Magari con qualche femmina in più… Poi ne parliamo…)

Cià.

Lascia un commento! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: