Una finestra sul mondo.
Sento la vita scorrere come sangue.

La mia
ora
gocciola.

Sulle strade di Napoli,
tra i fianchi della musica
e con la sete nella gola.

Gocciola.

Lascito di una settimana passata
alla frontiera del quotidiano.

Guardo i vostri sguardi spenti.
Normali.
Privi di senso.

Occupati a
non far altro che
vivere.

Vivere di tutto ciò che fa rima con “sempre”, “uguale” e “solito”.

Io invece faccio rima
con “ovunque”, “ora” e “dove siamo..?”.

Dove eravamo ieri.

Nel mondo,
sicuramente.
Per fortuna.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: