Ho sognato Dio questa notte.

Ed è stato troppo reale
per non essere vero.

Il suo aspetto non era aulico,
consono, formale…

Era una bella ragazza magra.
Non molto formosa.
Non molto alta, dall’aria annoiata.

Castana.
Capelli corti.
Occhi scuri.
Vestiti anni 90.
Jeans chiari.
Della Levi’s, a vita alta.

Come in Baywatch.
Ma senza le pop** di Pamela Anderson.

Comunque, bella presenza.

Senza discutere molto…
Senza muoversi tanto.
Mi ha gentilmente sollevato da terra con un dito…
E mi ha trasportato in camera da letto.

Sapevo che non avrei potuto far nulla, quindi…
Mi sono lasciato andare.

Non so manco che stessi facendo in salotto. Probabilmente un ca***.
Come sempre.
Che figura di mer**.

Arriva Dio a farti una visita a casa, senza preavviso, e non metti manco a fare il caffè…
Che pessima giornata.

In camera da letto…
Ero lì, che facevo domande.
E Lei mi rispondeva,
ma senza dilungarsi tanto.

Mi dimenavo, chiedevo…
E mi scontravo contro un muro di dolcezza e semplicità.

Non era poi così complicata la vita.
Dopo averne parlato con Dio,
mi stupivo del fatto di quanto
bastasse poco per comprenderla.

Così…
Ci siamo messi a letto.

Tenevo tra le mia braccia questa Dea,
che con dolcezza, rispondeva ancora alle mie domande…

Erano risposte che aveva dato tante e tante volte. Si vedeva…

Ad un tratto mi ha detto:
“L’unica cosa che stai sbagliando in questa vita… È che ti stai dimenticando di ringraziare Dio, ogni giorno”.

E di colpo…
Mi sono sentito leggero.
Calmo.
Sollevato.

Voleva solo far l’amore.

Ripensandoci ora…
Credo che abbia effettivamente abusato di me.

Cioè “ringraziare Dio”,
mentre sono nudo,
con Lei,
su un divano-letto.

Un buon porno comincerebbe così.

Mi sono sentito improvvisamente sollevato, leggero…
Dopo il confronto col mio creatore.

Non c’era nulla di sbagliato nella mia vita.
Dovevo solo ringraziare.

Una Dea menefreghista.
Completamente disinteressata da concetti come giusto e sbagliato.

Totalmente indifferente al mio fumare, sbagliare, odiare e continuamente esagerare.

Se ne fott***.
Voleva solo scop***.

O forse,
lo volevamo entrambi.

Ho fatto l’amore con Dio questa notte.

E a dirla tutta…
Non è stato per niente male.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: