Abbastanza confuso.

Era tardi.
Avevo sonno.
E mo sto qui, davanti a sto ca*** di computer, a fare lo stalker.

Maledetta te, me e sto fot**tissimo sonno bipolare.

Era lì, Morfeo, che mi tendeva la mano sulla strada del mondo dei sogni.
E mo…?
Mi ha lasciato sul ciglio della porta di casa – da solo – che non è voluto entrare.

Bastardo.
Te l’avrei data.

Sono in uno strano dilemma sentimentale – ho scritto una lettera a Facebook.

Ho detto…
“Caro Marco Zucchino (il nome reale è troppo nazista), ma per i casi umani come me, che pensano che le relazioni sentimentali siano per certi aspetti, un concetto relativo, non si potrebbe inserire qualche opzione differente dai soliti – sposato, impegnato, disoccupato, selfini e grillini?”.

Avrei qualche suggerimento:
– Abbiamo alti e bassi.
– Ogni tanto beviamo e scop****.
– Ero sicuro si chiamasse Clara.

Eccetera… Eccetera…

Tranquillo Mark, rispondi senza fretta. Semplicemente non c’ho un caz** da fare.

La categoria degli avventurieri non viene proprio considerata da Facebook, nonostante ne sia pervaso.

Devo dire che…
Sarebbe abbastanza anomalo se un giorno mi svegliassi e scoprissi che Barbara D’Urso “ogni tanto si lecca i piedi” – con Ascanio Celestini.
Sarei sconcertato.

Non so per chi dei due.

Forse me ne fot**rebbe come il 90% dei post che ormai scrivete su Facebook.
Ma sarebbe comunque qualcosa di interessante.

E mi parte l’embolo perché non voglio stare qui, SU FessiBook!
Ho cancellato anche l’app dal cellulare per evitare di controllarlo troppo spesso!

Sono stanco di questo intrattenimento da due soldi.

Ciò nonostante, sto su Fess*buk – alle DUE DI NOTTE – a controllare il tuo MALEDETTO profilo da fricchettona.

Eh, si. Eh, già.
[Cit. Vasco Rossi]

Ma soprattutto…!

“Se un Gallo fa un un uovo sulla cima di una montagna, la foto, la pubblica prima su Instagram o su Facebook?” – #mammaguardacosahocombinato

Ah, e finiamola co’ ‘sta storia di Instagram – per piacere.
Ve ne prego.

Non cercate di convincermi.

Non lo voglio! Non le so fare le foto!
E me ne fot** totalmente di seguire il tipo che si porta a spasso la compagna per il mondo, fotografandola di spalle mentre le tiene la mano, ED IO non riesco ad apparare 5 euro per arrivare a Torre Annunziata.

Ah, e non mi dite quelle cose del tipo:

“Ma su Instagram puoi seguire, vedere, fare, i filtri, le pagine, i fotografi e non premere due volte per ingrandire la foto che se no metti il cuoricino e no aspetta clicca a destra no aspè quello è Tinder e guarda questa quanto è bona, contatta, sco** e bla, bla, bla, BLA, BLA, BLA!!!”

Ecco.
Come non detto.

Questo è il motivo per il quale non volevo stare alle due di notte su quel tuo caz** di profilo Facebook…

Perché non vorrei ricorrere a questi mezzi per vederti.

Vorrei non essere schiavo della tecnologia, dei social media, e della campagna acquisti del Napoli da Giugno a Settembre ogni ANNO!

Ma purtroppo…

Non posso vederti.
La faccenda è complicata.
E Mark Zucchino non appara ‘sta cosa delle situazioni sentimentali.

Così, sono costretto a cedere.
E questo – mi fa incaz**re parecchio…

Perché poi…

Quando ripenso a ‘sti momenti…

Capisco che a fare il Radical Chic con le tipe…
E’ davvero una faticata.

Alle due di notte, sul computer fisso, per Facebook.

Tzè!
“A Morfè, ma ‘ndo caz** stai!?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: