Sai cosa c’è di sbagliato in tutto questo?

Noi.

Niente è a posto,
anche se tutto è in ordine.

Dormiamo su un letto di spine.
Un po’ scomodo, ma niente male.

Le spine ci trapassano,
ci mordono, ci strangolano…

Spine tra i capelli,
tra i fianchi,
sulle scale…

Un letto indecente, volgare,
quei tipi di letti che la gente
può solo sognare…

Nelle notti. Quelle magiche.
In ascesa verso quei sogni perversi che non racconteranno mai…

Persi. Stretti.
In una stanza con le sbarre.

La passione viola i limiti,
la ragione, le pause.

Io e te,
per chi ci giudica,
siamo la cosa più perversa
di questo mondo.

Loro hanno il tramonto,
il sole,
esperienze di cui parlare.

Noi abbiamo una bugia,
la notte,
e altri mille modi per sbagliare.

Siamo su un letto di spine.
Un riposo che abbiamo imparato ad apprezzare.

E stretti,
senza parlare,
sappiamo farci male.

La gelosia,
la rabbia,
la consapevolezza di non possedere l’altro.

Siamo miseri.
Corpi in fiamme.

A dirla tutta…
Senza palle.

Siamo un letto di spine,
che la notte – può parlare.

Resto chiuso in questo limbo.

Ossessionato dalla tua carne
e imprigionato in questa fame.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: